Connect@ADP

Partnering with a more human resource

Social media aziendali: consigli alle HR per promuovere la collaborazione social

Creato da: ADP Italia on 18 ottobre 2016 in Innovation & Technology

Share thisShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Facebook

L’adozione di una piattaforma social aziendale può agevolare enormemente la collaborazione, l’apprendimento e la creazione di “community” professionali. Per i dipendenti dei tempi moderni, i social network sono parte integrante della vita e delle comunicazioni personali quotidiane. Nel 2015, il 73% degli americani aveva almeno un profilo social, con un tasso di adozione leggermente superiore tra i Millennial, secondo i dati riportati da Statista (1).

L’utilità dei social media

Anche se in genere l’uso dei social media sul posto di lavoro è stato da sempre scoraggiato, i responsabili HR cominciano a rendersi conto dell’enorme potenziale comunicativo e collaborativo delle piattaforme social. Lo studio The Evolution of Work: The Changing Nature of the Global Workforce (2), condotto dall’ADP Research Institute®, rivela che il 50% dei dipendenti prevede un futuro in cui i social media svolgeranno il ruolo di piattaforme di collaborazione sul posto di lavoro, mentre il 38% considera questa tendenza già in atto oggi. La Society for Human Resource Management (3) scrive che “validi” motivi per adottare le piattaforme social aziendali comprendono ad esempio “agevolare l’apprendimento ai dipendenti … incoraggiare la socializzazione tra i partecipanti … e promuoverne il coinvolgimento”. Inoltre, Forbes segnala che “i social media possono agire da catalizzatori del successo incoraggiando lo spirito d’iniziativa individuale e dando impulso alle nuove idee”.

Selezionare la piattaforma social più adatta all’azienda

I moderni social network aziendali (ESN, Enterprise Social Network) presentano in molti casi forti analogie con le piattaforme più popolari come Facebook, Twitter e Google+. Prima di scegliere una soluzione pronta all’uso o di avviare lo sviluppo di una soluzione personalizzata, i responsabili HR dovrebbero avere chiari i traguardi da raggiungere sul fronte della creazione di valore. Allineando obiettivi ESN e obiettivi della strategia HR globale, tra cui maggiore fidelizzazione dei dipendenti e affiatamento tra colleghi, è possibile selezionare le funzionalità che rispondono meglio alle finalità perseguite sul lungo periodo.

Attribuendo agli obiettivi di business un grado di priorità più elevato rispetto alle funzionalità social, i responsabili HR possono incrementare le probabilità di successo. Una chiara comprensione del perché sia necessario migliorare la condivisione delle conoscenze potrebbe rendere evidenti i vantaggi insiti in una funzionalità di ricerca social. Se si vuole ad esempio rendere più produttivo il dialogo tra team geograficamente distanti, le funzionalità di gruppo consentono di superare molte delle difficoltà. Secondo LinkedIn (4), “le nuove relazioni create dai … social network aziendali generano valore”.

Aiutare i dipendenti ad adottare i social network

Uno dei maggiori ostacoli che i responsabili HR devono superare nella realizzazione di un progetto ESN è l’adozione piuttosto lenta di questa tecnologia. La Harvard Business Review (5) segnala che meno della metà dei dipendenti usa i social network aziendali regolarmente, anche se le probabilità di adozione aumentano significativamente con le best practice di implementazione:

  • Da fare: predisporre tutto il necessario per garantire un’esperienza d’uso ottimale fin dall’inizio.
  • Da evitare: credere che il tasso di adozione crescerà spontaneamente all’interno dell’azienda.
  • Da fare: migliorare l’accesso con app mobili e “use case” di gruppo.
  • Da evitare: ignorare il potere dell’incentivazione all’uso.
  • Da fare: comunicare linee guida e aspettative chiare per una transizione ben riuscita dei processi alla nuova piattaforma ESN.

Strategie di implementazione

Il passo più importante da compiere in seguito consiste nell’elaborare un processo di implementazione strategico, che vede le HR impegnate a formare attivamente i dipendenti e a incoraggiare la collaborazione.

Per agevolare il raggiungimento dei risultati sperati, i responsabili HR dovrebbero applicare le seguenti tre strategie.

  1. Coinvolgere i dirigenti

Il sostegno del management è fondamentale per il successo di qualsiasi iniziativa in ambito tecnologico e potrebbe rivelarsi determinante per incoraggiare l’uso produttivo di una soluzione ESN. Se i dirigenti adottano la piattaforma social come strumento per dialogare direttamente con i propri collaboratori, i dipendenti a tutti i livelli dell’organizzazione in genere fanno altrettanto. La rivista HBR scrive che il CEO di un’azienda di telecomunicazioni australiana ha ricevuto 700 risposte sui social media alla domanda “quali processi e tecnologie dovremmo eliminare?” posta in interno. Chiedendo pertanto ai dirigenti di dare l’esempio mostrandosi collaborativi e coinvolti nel progetto, è possibile accompagnare discretamente i dipendenti verso l’adozione della nuova tecnologia.

  1. Designare dei “consulenti in collaborazione”

Il ricorso alla figura del “power user”, o a quadri intermedi e dipendenti che ricevono una formazione supplementare sulle nuove iniziative tecnologiche, può rivelarsi una strategia molto utile per garantire la presenza di esperti a tutti i livelli organizzativi. I team leader sono i candidati ideali da trasformare in “esperti”, con opportune sessioni formative per acquisire una conoscenza approfondita delle funzionalità della piattaforma. Diventati esperti, possono a loro volta formare gruppi specializzati all’interno dei vari team e aiutare così tutti i dipendenti a “sfruttare l’ESN” a fini collaborativi.

  1. Creare community di utenti

Nell’ipotesi ottimale, la soluzione ESN aziendale metterà a disposizione dei dipendenti la piattaforma e gli strumenti necessari per esplorare nuove opportunità di collaborazione e condivisione delle conoscenze. Offrendo ai dipendenti la possibilità di creare community specifiche, di coltivare relazioni mentore-allievo e di condividere le domande, i responsabili HR possono portare il social network dell’azienda a vivere di vita propria.

Una piattaforma che consente di “fare rete” come avviene sui social network più popolari al mondo, e che offre ai dipendenti forum e funzionalità per plasmare nuove relazioni professionali, può facilitare e incoraggiare la nascita di nuovi legami su scala aziendale.

Per maggiori informazioni sul ruolo dei social media in azienda, scaricare il report: Evolution of Work: The Changing Nature of the Global Workplace (2).

FONTI:

https://hbr.org/2015/04/why-no-one-uses-the-corporate-social-network

(Visited 144 times, 1 visits today)
Share thisShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Facebook

TAGS: coinvolgimento dei dipendenti collaborazione social media tecnologia tendenze

Scrivi una risposta

Lascia un commento

Fill in your details below or click an icon to log in: