Connect@ADP

Partnering with a more human resource

Tecnologie di apprendimento per i dipendenti: 3 modi in cui i responsabili HR possono migliorare la formazione continua

Creato da: ADP Italia on 11 ottobre 2016 in Human Capital Management

Share thisShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Facebook

L’adozione delle tecnologie di apprendimento ad uso dei dipendenti è stata relegata nel dimenticatoio da molte aziende, dove le HR danno la priorità alle strategie di selezione, assunzione e fidelizzazione del personale. Ma i responsabili HR non possono perdere di vista l’importanza che la formazione continua riveste in quanto prezioso strumento d’attuazione di queste stesse strategie.

Stando ai risultati di uno studio dell’ADP Research Institute® intitolato The Evolution of Work: The Changing Nature of the Global Workforce (1), l’82% dei dipendenti ha una percezione “positiva” di un futuro in cui “le persone useranno la tecnologia per imparare qualsiasi cosa, in qualsiasi momento, in ogni luogo”. Ai nostri giorni, i dipendenti sono chiaramente desiderosi di imparare e acquisire nuove competenze, pertanto l’adozione di tecnologie che facilitano l’apprendimento consente alle aziende non solo di aumentare il grado di soddisfazione dei propri collaboratori, ma anche di fidelizzare meglio le persone di talento.

Ad esempio, secondo la londinese CityAm (2), su 2.000 intervistati che pensano di andare a lavorare in un’altra azienda l’anno prossimo, motivati soprattutto dal desiderio di crescere professionalmente, il 41% degli aspiranti “disertori” accarezza questa idea perché ambisce a un avanzamento di carriera, mentre un altro 32% lo fa solo perché “annoiato” dal proprio lavoro.

Per rafforzare la strategia di fidelizzazione e ridurre il rischio di “fuga”, un miglioramento dell’offerta formativa interna potrebbe essere la soluzione giusta, perché consentirebbe di far sentire i dipendenti più coinvolti nei progetti aziendali e soddisfatti della posizione lavorativa occupata. Grazie all’abbondante disponibilità di moderne tecnologie per la formazione professionale, realizzare programmi innovativi dovrebbe essere molto più facile che in passato.

Vediamo ora tre tecnologie che i responsabili HR possono adottare per coinvolgere e formare il personale:

  1. Tecnologie mobili

I dipendenti non imparano tutti allo stesso modo e non tutti hanno il tempo di frequentare i tradizionali corsi in aula. Facilitare l’apprendimento on-demand mediante un’applicazione mobile potrebbe migliorare notevolmente la capacità di assimilazione delle conoscenze in un’ampia varietà di settori. I responsabili HR possono anche valutare le conoscenze acquisite dai dipendenti sia individualmente, sia collettivamente su scala aziendale.

Sulla rivista The Atlantic (3) leggiamo che la catena di officine/rivendite di ricambi auto Pep Boys ha implementato un sistema di formazione volontaria, basato sull’impiego di un’applicazione mobile, per formare i dipendenti sulle tecniche di furto. I dipendenti possono scegliere di completare le sessioni formative, di tipo ludico-didattico, con uno smartphone in “appena tre minuti al giorno”. Oltre a un calo dei furti pari a 20 milioni di dollari registrato a un anno di distanza dal lancio, il team HR di Pep Boy ha raccolto una miniera di informazioni sul grado di coinvolgimento dei dipendenti nel “gioco” formativo.

  1. Piattaforme social

Secondo LinkedIn (4), soltanto il 4,2% circa delle ore di formazione aziendale è impartita in un ambiente basato su social network o community online. Il sito SimplyPsychology (5) rivela che l’efficacia dell’apprendimento in un contesto di socializzazione, fondato sui concetti della nota “teoria dell’apprendimento sociale”, è stata osservata da svariati decenni, confermando la validità del “social learning” come strumento per aumentare la predisposizione degli individui ad adottare nuovi comportamenti. Integrando i concetti sociologici nella tecnologia utilizzata per la formazione dei dipendenti, i responsabili HR possono incoraggiare l’apprendimento in seno alle community di utenti aziendali e rafforzare lo spirito di squadra.

Ad esempio, l’agenzia di viaggi Maritz ha implementato una tecnologia basata su social network e community online per il proprio programma di formazione continua secondo quanto riportato in un case study Forrester (6). Promuovendo un sano spirito di emulazione tra i dipendenti grazie alla sua piattaforma ispirata ai social network, Maritz è riuscita a conferire un tono conviviale alla valutazione delle competenze e a creare un clima di trasparenza in materia di strategia aziendale.

  1. Varietà delle risorse didattiche

Indurre cambiamenti comportamentali duraturi può rivelarsi il metodo più efficace per ottenere risultati soddisfacenti dai programmi di formazione dei dipendenti. Una ricerca condotta da Aberdeen Group e Wombat (7) ha riscontrato che “cambiare il comportamento dei dipendenti” può ridurre dal 45 al 70% le probabilità che si verifichi una violazione della riservatezza dei dati. Offrendo ai dipendenti strumenti appropriati che facilitano l’acquisizione di abitudini più corrette, le HR possono creare valore fruibile da tutti in azienda, coinvolgere maggiormente gli interessati nei programmi formativi e indurre cambiamenti comportamentali di vasta portata.

L’UMC (University Medical Centre) di Lubbock, in Texas, ha scelto ad esempio un approccio individualizzato per arricchire il bagaglio di conoscenze dei dipendenti, secondo quanto riportato da HealthcareIT News (8). Con l’intento di promuovere un’evoluzione generalizzata dei comportamenti nel quadro di un programma di sensibilizzazione alla sicurezza informatica, ogni dipendente è autorizzato ad accedere a un ventaglio completo di strumenti che può “usare a casa per proteggere informazioni finanziarie, ID personali e privacy online”, nella speranza che poi applichi le conoscenze acquisite anche in ambito ospedaliero.

E la formula sembra funzionare piuttosto bene. Phil Alexander, responsabile della sicurezza informatica dell’ospedale, afferma che i dipendenti sono diventati più consapevoli delle insidie che si nascondono nel ciberspazio e interessati al tema, che approfondiscono ponendo domande.

In un mercato sempre più avaro di talenti, i responsabili HR devono sperimentare metodi innovativi per attrarre e fidelizzare i professionisti più validi, non da ultimo migliorando l’offerta formativa. Grazie all’acquisizione di avanzate tecnologie didattiche, le HR possono gestire meglio i costi dei programmi formativi ottimizzati e massimizzare l’impatto delle nuove opportunità di formazione continua.

Per maggiori informazioni sulle tecnologie di apprendimento ad uso dei dipendenti, scaricare il report: Evolution of Work: The Changing Nature of the Global Workplace (9).

FONTI:

(Visited 76 times, 1 visits today)
Share thisShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Facebook

TAGS: apprendimento dei dipendenti Formazione dei dipendenti HR tecnologia

Scrivi una risposta

Lascia un commento

Fill in your details below or click an icon to log in: